SEI QUI:

gestione sostenibile e tutela delle risorse forestali e naturali

Avviso

 

La struttura ATC (Ambito Territoriale di Caccia) di Lecce ha convocato, ai sensi dell'art.7 del Regolamento Regionale n.3 del 05 agosto 1999 e s.m.i., l'ASSEMBLEA DI ZONA che si terrà in data 28/02/2018.
cliccare qui per i dettagli
avviso pubblicato il 15-02-2018

La struttura ATC (Ambito Territoriale di Caccia) di Brindisi ha convocato, ai sensi dell'art.7 del Regolamento Regionale n.3 del 05 agosto 1999 e s.m.i., l'ASSEMBLEA DI ZONA che si terrà in data 28/02/2018.
cliccare qui per i dettagli
avviso pubblicato il 15-02-2018

ALBO REGIONALE IMPRESE BOSCHIVE - In vista dell'apertura dei termini previsti dal R.R. 9/2013 s.m.i. (1° marzo/30 aprile di ogni anno) per la presentazione delle istanze e per l'invio dei versamenti annuali, è stato adottato l'Atto Dirigenziale 45/2018, riguardante "L.R. 37/2012 e R.R. 9/2013 s.m.i. – Modalità di iscrizione all'Albo Regionale delle Imprese Boschive. Approvazione nuova modulistica.", disponibile su questo sito alla pagina dedicata all'albo regionale delle imprese boschive. Nella stessa pagina è stata pubblicata la circolare informativa riguardante il Regime di applicazione per il corrente anno 2018 e tutta la nuova modulistica in formato aperto editabilecliccare qui
avviso pubblicato il 14-02-2018

La struttura ATC (Ambito Territoriale di Caccia) di Lecce, ha reso pubblico il modulo da utilizzare per la richiesta di ammissione all'esercizio venatorio per l'annata 2018/2019. cliccare qui per la visualizzazione
avviso pubblicato il 29-01-2018 

ultimo aggiornamento: ven, 16 febbraio 2018 @ 09:29

testata

ultimo aggiornamento: gio, 18 maggio 2017 @ 16:30

presentazione

La Sezione Gestione Sostenibile e Tutela delle Risorse Forestali e Naturali – istituita e organizzata in applicazione del processo di adozione del nuovo modello organizzativo delle strutture regionali MAIA (1) - svolge compiti ed attività (in parte rivenienti dalla vigente l.r. n. 18/2000 che li aveva conferiti all'allora Servizio Foreste), come di seguito sintetizzati, propriamente di natura tecnica e amministrativa che, per la loro valenza trasversale, si connettono ed interfacciano, sinergicamente, con le competenze e le attività di altre strutture regionali:

• svolge tutte le funzioni inerenti la programmazione e la pianificazione in materia forestale, in particolare per le questioni riguardanti:
- la gestione del demanio forestale regionale
- il vincolo idrogeologico
- i tagli boschivi
- l'Albo delle imprese boschive
- la pianificazione e il controllo dell'attività vivaistica forestale
- l'attività pascoliva sul territorio a vincolo idrogeologico
- l'antincendio boschivo
- i boschi didattici
- il Sistema Informativo della Montagna (SIM)
- i boschi da seme e la biodiversità forestale
- la divulgazione dei risultati della ricerca in ambito forestale


• cura
- gli aspetti di propria competenza in attuazione della legge regionale 3/2010 "Disposizioni in materia di attività irrigue e forestali"
- la programmazione dell'attività faunistico venatoria, le autorizzazioni e/o le concessioni
- l'attività dell'Osservatorio Faunistico
- la conservazione del patrimonio genetico della razza asinina di Martina Franca e del cavallo murgese
- l'organizzazione e la gestione delle stazioni di monta per la riproduzione del Cavallo murgese
- il mantenimento del patrimonio stalloni
 


In applicazione del modello MAIA, la Sezione Gestione Sostenibile e Tutela delle Risorse Forestali e Naturali è attualmente organizzata in due Servizi, come individuati dall'A.D. 997/2016 ed attivati con l'adozione dell'A.D. 16/2017. (2)

L'attuazione delle competenze della Sezione Gestione Sostenibile e Tutela delle Risorse Forestali e Naturali è demandata alle seguenti strutture, afferenti alla Sezione Coordinamento dei Servizi Territoriali:

Servizio Territoriale Ba-Bat, Servizio Territoriale Br-Le, Servizio Territoriale Fg, Servizio Territoriale Ta

 

_______________

nota 1
- DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 31 luglio 2015, n. 443
Adozione del modello organizzativo denominato "Modello Ambidestro per l'Innovazione della macchina Amministrativa regionale ‐ MAIA". Approvazione Atto di Alta Organizzazione.
- DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 maggio 2016, n. 304
Modifiche ed integrazioni al decreto del 31 luglio 2015, n. 443 di adozione del modello organizzativo denominato "Modello Ambidestro per l'innovazione della macchina Amministrativa regionale - MAIA".
- DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 maggio 2016, n. 316
Attuazione modello MAIA di cui al Decreto del Presidente della Giunta Regionale 31 luglio 2015 n. 443. Definizione delle Sezioni di Dipartimento e delle relative funzioni.
 

nota 2
- ATTO DIRIGENZIALE DEL DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE E STRUMENTALI, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE – SERVIZIO PERSONALE E ORGANIZZAZIONE  n. 997 del 23/12/2016 - "Istituzione dei Servizi della Giunta Regionale"

- ATTO DIRIGENZIALE DEL DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE E STRUMENTALI, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE – SERVIZIO PERSONALE E ORGANIZZAZIONE  n. 16 del 31/03/2017 - "Attuazione del decreto del Presidente della Giunta regionale 31 luglio 2015, n. 443 "Adozione del modello organizzativo denominato "Modello Ambidestro per l'Innovazione della macchina Amministrativa regionale - MAIA". Approvazione Atto di Alta Organizzazione". Conferimento incarichi di Direzione dei Servizi"

ultimo aggiornamento: lun, 27 novembre 2017 @ 12:11