SEI QUI:

albo regionale dei boschi didattici

albo regionale dei boschi didattici

vai a albo regionale dei boschi didattici - elenchi ufficiali

IN EVIDENZA:

 "Scuola in bosco"- Approvazione Avviso pubblico
Con Determinazione del Dirigente della Sezione Gestione Sostenibile e Tutela delle Risorse Forestali e Naturali n. 283, del 25/06/2020 (pubblicata sul Burp n. 96 del 02/07/2020) "Legge Regionale n. 18/2000 s.m.i. e Legge Regionale n. 40/2012 s.m.i. – Attività di divulgazione in campo forestale - Promozione dei Boschi Didattici della Regione Puglia. Iniziativa "Scuola in bosco".Approvazione Avviso pubblico", è stato indetto e approvato l'Avviso pubblico rivolto ai gestori dei Boschi Didattici iscritti all'Albo regionale per l'assegnazione di contributi per l'iniziativa "Scuola in bosco". Cliccare qui per maggiori informazioni.
 

"Giornate in bosco"
Con Determinazione del Dirigente della Sezione Gestione Sostenibile e Tutela delle Risorse Forestali e Naturali n. 176, del 27/05/2019, sono state istituite le "Giornate in Bosco", iniziativa annuale che prevede il coinvolgimento dei boschi didattici della Puglia nella realizzazione di iniziative di promozione della "divulgazione e conoscenza" della realtà ambientale e forestale pugliesi.
La Regione Puglia incentiva tale iniziativa attraverso l'indizione annuale di appositi Avvisi pubblici per l'assegnazione di contributi finanziari a sostegno delle attività didattiche svolte nelle suddette giornate.

Giornata dell'albero 21 novembre 2019

 

La Legge Regionale n. 40 del 10/12/2012: "Istituzione dei boschi didattici", integrata dalla Legge regionale n. 11/2015 "Modifiche alla Legge Regionale 10 dicembre 2012, n. 40 (Boschi didattici della Puglia)" mira a proseguire nel processo di divulgazione e conoscenza delle emergenze culturali ed ambientali da parte del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale.

Sul territorio regionale l'esperienza delle Masserie didattiche si è rivelata più che positiva, tale da far avviare un'analoga iniziativa nel comparto forestale.
I boschi rappresentano una componente importante della nostra storia ambientale e, attraverso la Legge, si vuole raggiungere l'obiettivo di trasferire alle giovani generazioni quegli antichi mestieri e sapienze che nel tempo hanno governato i boschi, tutelando l'ambiente, traendo fonti di sostentamento e attivando il principio della "gestione sostenibile".
Quindi, da un lato c'è la divulgazione del bagaglio di esperienze, tradizioni e cultura legati al bosco, dall'altro la valorizzazione delle figure agroforestali operanti sul territorio, incentivando nuove fonti di reddito.
Punto fondamentale della Legge è il piano delle attività articolato attraverso un progetto didattico-divulgativo che si rivolge, come detto, alle giovani generazioni, ma nel contempo alle generazioni non più giovani che dal mondo dei boschi si stanno allontanando.

La Regione Puglia, per perseguire i fini della citata Legge Regionale:
a) riconosce i soggetti proponenti;
b) attribuisce la denominazione di "bosco didattico della Puglia";
c) istituisce il circuito dei "Boschi didattici della Puglia".

La legge individua e definisce dettagliatamente finalità e modalità di attuazione, nonché i requisiti che devono possedere i soggetti che chiedono l'iscrizione all'Albo regionale dei boschi didattici.

La gestione e l'attuazione della materia rientra nelle competenze della Sezione Gestione Sostenibile e Tutela delle Risorse Forestali e Naturali della Regione Puglia - Servizio Risorse Forestali, Via Lungomare Nazario Sauro, 45/47-70121, Bari.
PEC: protocollo.sezionerisorsesostenibili@pec.rupar.puglia.it

A chi volesse porre quesiti sulle modalità di attuazione della L.R. 40/2012 s.m.i., si suggerisce di consultare preventivamente le FAQ, dove potrebbe già trovare risposta.


Con il Concorso di idee "Crea il logo dei Boschi Didattici della Regione Puglia" è stato definito il logo dei "Boschi Didattici della Regione Puglia" da concedere in uso a tutti gli iscritti all'Albo regionale dei boschi didattici, per le finalità previste dall' art. 9, co. 3, della Legge  Regionale n. 40/2012 s.m.i..
Il logo dichiarato vincitore è stato depositato presso l'Ufficio Brevetti della C.C.I.A.A. di Bari, con contestuale avvio della procedura di registrazione ufficiale, e compare nelle pagine del sito istituzionale regionale dedicate ai boschi didattici.
 

 

Per informazioni contattare il referente regionale per la materia

dott. Vincenzo Di Canio
0805405518
e-mail v.dicanio@regione.puglia.it

 

ultimo aggiornamento di questa pagina: 02-07-2020

gio, 02 luglio 2020 @ 14:55
« Indietro

istanza di riconoscimento bosco didattico 2018

Istanza di riconoscimento di bosco didattico ed iscrizione all’albo regionale dei boschi didattici (L.R. DEL 10/12/2012, n. 40 e L.R. 23 marzo 2015, n. 11)