SEI QUI:

albo regionale delle imprese boschive

albo regionale delle imprese boschive

vai a albo regionale delle imprese boschive – pagina degli elenchi ufficiali

Elenchi ufficiali aggiornati dell'Albo Regionale delle Imprese Boschive, suddivisi nelle quattro classi A, B, C e D
 

In data 3 maggio 2013 è stato emanato il Regolamento Regionale n. 9 "Istituzione dell'Albo Regionale delle Imprese Boschive", abrogativo della previgente regolamentazione (B.U.R.P. n. 62 del 7/05/2013) (formato pdf scaricabile).
Tale Regolamento è stato modificato e integrato dal Regolamento 3 marzo 2016, n. 3, riguardante "Modifiche al regolamento regionale 3 maggio 2013, n. 9 "Istituzione dell'Albo Regionale delle Imprese Boschive" (B.U.R.P. n. 24 del 09/03/2016), in vigore dal 24/03/2016 (formato pdf scaricabile).
Il testo coordinato fra i due regolamenti è consultabile cliccando qui

Iscrizione all'Albo delle Imprese Boschive
L'art. 2 del R. R. n. 9/2013, come riformulato dal Regolamento 3/2016, prevede che l'iscrizione all'Albo è obbligatoria per:
a. l'esecuzione lavori selvicolturali, lavori di sistemazione idraulico-forestali, opere di imboschimento e di rimboschimento;
b. operazioni di taglio boschivo per superfici boscate superiori ad ettari 1 (uno)".

L'istanza di iscrizione all'Albo o la richiesta di cambio di classe, corredata dalla documentazione comprovante i requisiti generali e specifici, ai sensi degli artt. 9 e 11, deve essere trasmessa alla Sezione, che sottopone a valutazione soltanto quelle pervenute, esclusivamente, dal 1° marzo al 30 aprile di ogni anno.
In questa pagina sono disponibili la modulistica aggiornata all'anno in corso, nonché circolari e determinazioni emanate e adottate in materia.

Si infoma che, in coerenza con quanto previsto dall'art. 103 del D.L. n. 18/2020, convertito in Legge n. 27/2020, con nota prot. 4908 del 19/05/2020 è stato differito al 16 luglio 2020 il termine per la presentazione delle istanze di iscrizione all'Albo delle Imprese Boschive (art. 9 R.R. 9/13).

Si rimanda in ogni caso alla lettura della circolare informativa per maggiori informazioni sull'applicazione del R.R. Puglia n. 9/2013 e s.m.i. per l'anno 2020.

--------------------

SOSPENSIONI 2019 disposte per mancata attestazione di pagamento della tassa annuale per l'anno 2019:

si rammenta che, ai sensi del R.R. 9/2013 s.m.i., per poter chiedere la riammissione, è sufficiente e necessario dimostrare l'avvenuto versamento della tassa annuale, inviando la relativa attestazione alla Sezione, allegata alla modulistica appositamente predisposta e presente in questa pagina del sito.

CANCELLAZIONI 2019 disposte per mancata attestazione del pagamento della tassa annuale per gli anni 2018 e 2019:

si chiarisce preliminarmente che l'accoglimento dell'eventuale ricorso è subordinato alla dimostrazione di aver effettuato i versamenti dovuti in data antecedente la notifica della cancellazione stessa (che corrisponde alla data di pubblicazione degli elenchi ufficiali su questo sito ovvero a quella di ricevimento della PEC/raccomandata), attraverso l'invio delle relative attestazioni.

 

Per informazioni contattare il referente regionale per la materia

dott. Francesco Rega
0805407571
e-mail f.rega@regione.puglia.it

 

ultimo aggiornamento di questa pagina: 20-05-2020

Lista dei file:

ultimo aggiornamento: mer, 20 maggio 2020 @ 12:52
« Indietro

5. istanza di CANCELLAZIONE EX ART.13, CO. 2a_2020.doc