SEI QUI:

albo regionale delle imprese boschive

albo regionale delle imprese boschive

In vista dell'apertura dei termini previsti dal R.R. 9/2013 s.m.i. (1° marzo/30 aprile di ogni anno) per la presentazione delle istanze e per l'invio dei versamenti annuali, è stato adottato l'Atto Dirigenziale 45/2018, riguardante "L.R. 37/2012 e R.R. 9/2013 s.m.i. – Modalità di iscrizione all'Albo Regionale delle Imprese Boschive. Approvazione nuova modulistica.", disponibile nella "lista dei file" di questa pagina. Nella stessa lista sono disponibili la circolare informativa riguardante il Regime di applicazione per il corrente anno 2018 e tutta la nuova modulistica in formato aperto editabile. cliccare qui

 

In data 3 maggio 2013 è stato emanato il Regolamento Regionale n. 9 "Istituzione dell'Albo Regionale delle Imprese Boschive", abrogativo della previgente regolamentazione (B.U.R.P. n. 62 del 7/05/2013).

Tale Regolamento è stato modificato e integrato dal Regolamento 3 marzo 2016, n. 3, riguardante "Modifiche al regolamento regionale 3 maggio 2013, n. 9 "Istituzione dell'Albo Regionale delle Imprese Boschive" (pubblicato sul B.U.R.P. n. 24 del 09/03/2016), in vigore dal 24/03/2016


L'art. 2, come riformulato dal Regolamento 3/2016, prevede che l'iscrizione all'Albo è obbligatoria per:

a. l'esecuzione lavori selvicolturali, lavori di sistemazione idraulico-forestali, opere di imboschimento e

di rimboschimento;

b. operazioni di taglio boschivo per superfici boscate superiori ad ettari 1 (uno)".

Gli artt. 9 e 11, ai rispettivi commi 1, prevedono che l'istanza di iscrizione all'Albo o la richiesta di cambio di classe, corredata dalla documentazione comprovante i requisiti generali e specifici, deve essere trasmessa alla Sezione , che sottopone a valutazione soltanto quelle pervenute, esclusivamente, dal 1° marzo al 30 aprile di ogni anno.

Pertanto il prossimo periodo utile per la presentazione delle istanze di iscrizione e/o di cambio classe decorrerà dal 1° marzo al 30 aprile 2018.

 

In questa pagina viene pubblicato l'elenco aggiornato delle imprese iscritte all'Albo, suddiviso nelle 4 classi A, B, C e D. I certificati elencati nell'Albo sono stati rilasciati a seguito dei lavori della Commissione Regionale delle Imprese Boschive appositamente istituita nel Regolamento 9/2013 s.m.i. (artt. 8, 9 e 18).

Sono inoltre disponibili il testo del Regolamento 9/2013 (in formato pdf scaricabile), il testo del Regolamento 3/2016 (in formato pdf scaricabile), il testo coordinato fra i due regolamenti (cliccare qui) e la modulistica aggiornata all'anno in corso, nonché circolari e determinazioni emanate e adottate in materia.

 

SOSPENSIONI 2017 disposte per mancata attestazione di pagamento della tassa annuale per l'anno 2017:

si rammenta che, ai sensi del R.R. 9/2013 s.m.i., per poter chiedere la riammissione, è sufficiente e necessario dimostrare l'avvenuto versamento della tassa annuale, inviando la relativa attestazione alla Sezione, allegata alla modulistica appositamente predisposta e presente in questa pagina del sito.

CANCELLAZIONI 2017 disposte per mancata attestazione del pagamento della tassa annuale per gli anni 2016 e 2017:

si chiarisce preliminarmente che l'accoglimento dell'eventuale ricorso è subordinato alla dimostrazione di aver effettuato i versamenti dovuti in data antecedente la notifica della cancellazione stessa (che corrisponde alla data di pubblicazione degli elenchi ufficiali su questo sito ovvero a quella di ricevimento della PEC/raccomandata), attraverso l'invio delle relative attestazioni.

 

Al fine di ottimizzare il rapporto con l'utenza e di rendere alla stessa un servizio più efficiente, la Sezione Gestione Sostenibile delle Risorse Forestali e Naturali richiama l'attenzione di TUTTE le ditte presenti negli elenchi delle 4 classi dell'Albo Regionale delle Imprese Boschive sui seguenti punti:

giacenza certificati di iscrizione:

si informa che, ad oggi, sono in giacenza presso questa Sezione alcuni certificati, inviati tramite  Raccomandata A/R e ritornati al mittente per mancata consegna/ritiro. Pertanto tutte le ditte che verifichino di non essere in possesso del certificato di cui sono titolari sono invitate a contattare gli uffici competenti per il ritiro.

indirizzo PEC:

per tutte le ditte che non lo abbiano ancora fornito, si rinnova l'invito a voler provvedere quanto prima a comunicarlo;

tutte le altre ditte sono tenute a verificare che quello fornito sia valido, efficiente e che sia regolarmente consultato, come peraltro prescritto dal R.R. 9/2013 s.m.i. e dalla normativa nazionale. In mancanza, si raccomanda di fornirne uno alternativo che risponda a quanto richiesto. La PEC è diventata un obbligo per tutte le imprese dopo la conversione del Decreto Legge 179/2012 nella Legge 221/2012 che si affianca alle indicazioni contenute nella Legge 2/2009;

indirizzo fisico per recapito posta convenzionale:

verificare che quello della sede legale (come richiesto dalla modulistica) corrisponda a un luogo fisico dove il servizio postale possa effettuare il recapito. In mancanza, si raccomanda di fornirne anche uno alternativo che risponda a quanto richiesto.

recapito telefonico:

si raccomanda, a tutte le ditte che non lo abbiano fornito, di voler provvedere quanto prima; 
 
tutte le altre ditte sono tenute a verificare che quello fornito sia attivo e che sia abitualmente raggiungibile. In mancanza, si raccomanda di fornirne uno alternativo che risponda a quanto richiesto.

 

ATTENZIONE

Su indicazione della Sezione Ragioneria  - Servizio Entrate, si informa che occorre indirizzare i pagamenti verso l'utilizzo esclusivo del contro di tesoreria unica regionale, ai sensi della normativa nazionale di cui art. 35, commi 8-13 del D.L. 1/2012, convertito in legge n.27/2012 che dispone il ritorno al sistema di Tesoreria unica.

Pertanto i pagamenti, a qualsiasi titolo dovuti da soggetti privati alla Regione, NON dovranno essere più effettuati su conto corrente postale, bensì dovranno avvenire utilizzando unicamente il conto di tesoreria regionale avente le seguenti coordinate:

N.RO CONTO CORRENTE: 46774

ISTITUTO:                         BANCO DI NAPOLI

INTESTATO A:                  CONTO TESORERIA UNICA REGIONE PUGLIA

CODICE IBAN:                   IT62R0101004015100000046774

CODICE BIC-SWIFT:          IBSPITNA

Nel caso di versamenti ai sensi del R.R. 9/2013 s.m.i., la causale del versamento dovrà essere:

"cap. 3062101 oneri istruttori/ iscrizione albo imprese boschive" (L.R. 37/2012)

 

ultimo aggiornamento di questa pagina: 14-02-2018

Lista dei file:

ultimo aggiornamento: mer, 14 febbraio 2018 @ 10:58