Prevenzione e danni da fauna selvatica

Contributi per la prevenzione dei danni da fauna selvatica

L'art. 2 della Legge Regionale n. 28 del 29/06/2018 "Norme in materia di prevenzione, contenimento ed indennizzo dei danni da fauna selvatica. Disposizioni in materia di smaltimento degli animali da allevamento oggetto di predazione e di tutela dell’incolumità pubblica", dispone che la Regione disciplini, tra l'altro, gli interventi di prevenzione dei danni da fauna selvatica.
L'art. 3 della stessa Legge definisce le misure di prevenzione ammissibili a contribuzione regionale ed individua, in via prioritaria, nei coltivatori diretti e negli imprenditori agricoli professionali di cui al Decreto Legislativo n. 99/2004, i beneficiari di detti contributi.

Con Deliberazione di Giunta Regionale n. 1715 del 23/09/2019 sono stati approvati i "Nuovi criteri per il riconoscimento di contributi per la realizzazione di interventi di prevenzione di danni da fauna selvatica" e, in applicazione della stessa, con Determinazione Sezione Gestione sostenibile tutela delle risorse forestali e naturali n. 321 dell'11/10/2019 è stata approvata la nuova modulistica per i richiedenti contributi, disponibile nella sezione "Approfondimenti".

Indennizzi per danni da fauna selvatica

La corresponsione degli indennizzi per danni da fauna selvatica alle produzioni agricole e/o agli allevamenti rientra nell'ambito dei Regolamenti dell'U.E. sugli aiuti di Stato.
Attualmente si applica il regime "de minimis" come disciplinato dal Regolamento UE n. 1408/2013, modificato e integrato dal Regolamento UE n. 316/2019, per un importo massimo di 25.000,00 euro nell'arco di tre esercizi fiscali, secondo Decreto Ministeriale n. 5591 del 19/05/2020 di recepimento del Regolamento UE.
Con Determinazione del Dirigente della Sezione Gestione sostenibile tutela delle risorse forestali e naturali n. 254 del 27/05/2021, è stata approvata la modulistica per il riconoscimento dei danni causati da fauna selvatica (cinghiale) alle colture agrarie e da fauna protetta (lupo) al patrimonio zootecnico, disponibile nella sezione "Approfondimenti".
Eccetto che per i danni verificatisi nelle aree protette dei Parchi Nazionali (Gargano e Alta Murgia) e degli Ambiti Territoriali di Caccia (ATC), l'istanza di indennizzo, corredata dalla documentazione indicata nell'apposita modulistica, deve essere inoltrata alla Regione Puglia.

Avviso pubblico per la formazione di un elenco di Periti Assicurativi per danni da fauna selvatica

Con Determinazione Dirigenziale n. 7 del 19/01/2023 è stato approvato l'Avviso pubblico per la formazione di un elenco di periti assicurativi a cui affidare il servizio di consulenze attinenti le richieste di risarcimento danni in materia di incidenti stradali causati da fauna selvatica.

Per ulteriori informazioni contattare il Responsabile del Procedimento:
Avv. Daniele Clemente 
email: d.clemente@regione.puglia.it
tel: 0805409821